Imam sbarcato a Lampedusa: “Mangeremo i vostri cadaveri”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
“Prima o poi morirete tutti, entreremo nelle vostre case e vi uccideremo e mangeremo i vostri cadaveri”.

Così ad un agente penitenziario, Mahmoud Jebali, l’imam 31enne tunisino espulso ieri dall’Italia:

Imam rimandato in Tunisia, era un jihadista

“Abbiamo cominciato a tenerlo d’occhio dopo che aveva minacciato un agente”, ha spiegato uno degli uomini del Nucleo Investigativo Centrale (Nic) della Polizia penitenziaria al Gazzettino. “Sulla sua pagina Facebook, aveva anche espresso apprezzamento per un video intitolato ‘macellazione lecita di un cristiano‘”.

L’imam, manco a dirlo, era sbarcato in Italia a Lampedusa.

“La cerimonia della preghiera del venerdì si faceva nella sua cella e lui, vestito con la tipica tunica dell’imam, celebrava”, hanno spiegato dal Nic.




4 pensieri su “Imam sbarcato a Lampedusa: “Mangeremo i vostri cadaveri””

Lascia un commento