Con soldi spesi per i profughi, PD poteva costruire 650mila case

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

In Italia ci sono 650 mila famiglie a cui i comuni non sono in grado di assegnare un alloggio, perché non ci sono case disponibili.

L’88% degli sfratti sono eseguiti per morosità: le famiglie non sono in grado nemmeno di pagare l’affitto.

Con i 4,3 miliardi di euro speso nel solo 2017 dal Pd per l’accoglienza di circa 200mila presunti profughi, perché questo è stato ogni anno il costo dell’accoglienza a livello nazionale, avremo potuto costruire nuove case o trovare soluzioni abitative a tante famiglie che restano ancora senza un tetto ed aiutarle nella quotidianità.

In questi anni di Pd, invece, i clandestini hanno avuto garantito un tetto, chi vive in Italia invece no. E ora che Salvini fa il contrario, protestano.

Le case popolari sono per gli italiani bisognosi. Gli ‘stranieri che hanno meritato’, se sono qui devono portare ricchezza e non sottrarla come invece sta accadendo nel 99% dei casi.

E questo è il costo di un solo anno. Se moltiplichiamo per tutti gli anni di ‘accoglienza’, si arriva ad oltre 20 miliardi di euro. Con i quali potevi, in teoria, acquistare 650mila case e darle ai bisognosi di casa nostra.

Quindi non è che non c’erano soldi. C’erano, ma il PD se li è spartiti con gli africani. E la ‘ndrangheta. E il Vaticano. Tutto attraverso il business dell’accoglienza.




Un pensiero su “Con soldi spesi per i profughi, PD poteva costruire 650mila case”

Lascia un commento