Nigeriana contro Salvini: “Siete ricchi grazie a noi”

Condividi!

Nuovi sproloqui del settimanale ex cattolico Famiglia Cristiana. Che ha dato ampio spazio a una – presunta – nigeriana.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Chi sono? Non le dirò il mio nome. I nomi, per lei, contano poco. Niente. Sono una di quelli che lei chiama con disprezzo “clandestini”, scrive la (presunta) straniera nigeriana che precisa subito di non essere “una vittima del terrorismo di Boko Haram”.

“Nella mia regione, il Delta del Niger non sono arrivati (non sono arrivati da nessuna parte, tranne una piccola provincia nordorientale). Sono una profuga economica (una profuga economica!!!!!), come dite voi, una di quelle persone che non hanno alcun diritto di venire in Italia e in Europa”. La donna racconta di essere originaria Port Harkourt, la capitale dello Stato del Delta del Niger e aggiunge “una delle capitali petrolifere del mondo”.

“Lo conosce il Delta del Niger? Non credo. Eppure – aggiunge – ogni volta che lei sale in macchina può farlo grazie a noi. Una parte della benzina che usa viene da lì”. Infatti, dobbiamo ringraziare i nigeriani che cagano petrolio, non fa una piega.

Una zona della Nigeria che “dovrebbe essere ricchissima” e invece “quel petrolio arricchisce poche famiglie di politici corrotti, riempie le vostre banche del frutto delle loro ruberie, mantiene in vita le vostre economie e le vostre aziende”.

“Al potere sono sempre andati, caso strano, personaggi obbedienti ai voleri delle grandi compagnie petrolifere del suo mondo, anche del suo paese. Avete potuto, così, pagare un prezzo bassissimo per il tanto che portavate via. E quello che portavate via era la nostra vita”, scrive.

Quindi, siccome l’Italia compra il petrolio dalla Nigeria, loro sono poveri per colpa nostra.

Noi non abbiamo ricchezze del sottosuolo, eppure siamo diventati, solo con il nostro cervello, uno dei paesi più ricchi al mondo.

Pensate cosa sareste voi, senza nemmeno quelle ricchezze.




Lascia un commento