Il tradimento di Conte, popolo sta con Salvini: “Non mollare”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il popolo è con Salvini sulla questione delle navi ong pronte a scaricare clandestini a Malta.

Un errore strategico da parte dell’Europa, perché dà agli scafisti e ai vicescafisti il segnale che il traffico non è chiuso. E che se ti porti un paio di bambini – veri o presunti – prima o poi puoi scaricare.

Lo scafista in pectore Conte, che avrebbe accettato la soluzione Ue (a nome di chi?) di prendersi un gruppetto dei clandestini, parla di ‘caso eccezionale’: e ai prossimi ‘casi eccezionali’? L’eccezione, diventa la regola.

Se chiudi, devi essere chiuso. Perché se inizi a fare ‘eccezioni’, poi non puoi più fermarti.

E su Twitter è rivolta contro la scelta di conta, con l’hashtag:

https://twitter.com/hashtag/SalviniNonMollare?src=tren

Che ha decine di migliaia di condivisioni in poche ore.

Il popolo italiano, quello che il 4 marzo ha votato per il cambiamento, non merita questo tradimento. Falli saltare, Salvini.




Un pensiero su “Il tradimento di Conte, popolo sta con Salvini: “Non mollare””

  1. Mi permetto di offrire questa possibile chiave interpretativa: forse il M5S, e quindi il suo burattino Conte, ha tutta l’intenzione di far saltare questo governo, avendo ormai realizzato la promessa elettorale scorsa del reddito di cittadinanza.
    Il reddito di cittadinanza è stato ideato così male che sarà di difficilissima realizzazione e lascerà scontenti i tanti che hanno votato i grillini proprio per questa promessa elettorale.
    A quel punto per i 5stelle è conveniente far saltare il governo, o meglio fare in modo che Salvini venga provocato e lo faccia saltare, perché Di Maio non debba poi rispondere di un progetto realizzato così male ed invece possa sbandierare il successo del varo del reddito di cittadinanza alle prossime elezioni.
    Conoscendo Salvini, ritengo che incasserà l’ennesimo tradimento di Conte preferendo tenere in piedi il governo.
    Per il M5S il patto governativo valeva fino all’ottenimento del reddito di cittadinanza. Per la Lega evidentemente la scadenza invece è quella delle europee.
    Sono abbastanza certo che a settembre prossimo, ma non prima, torneremo al voto.

Lascia un commento