Chiesa in crisi: dimezzate offerte fedeli per i profughi

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Per la prima volta il fondo è in rosso e non copre le spese. La parrocchia del Duomo di Conegliano, Treviso, vuole mantenere due ‘nigeriane’ incinte. E farlo con i soldi dei fedeli che, evidentemente, non sono d’accordo.

Un vero e proprio crollo per le donazioni al Duomo di Conegliano per quanto riguarda l’ospitalità ai cosiddetti profughi.

Nel 2018 sono dimezzate rispetto al 2016, quando era stato avviato il progetto “Fondo di solidarietà” insieme alla Caritas diocesana. Da 12 mila euro si è passati a 6 mila, non sufficienti neppure per coprire le spese.

Ed è un trend nazionale che presto vedremo nell’8 per mille. Allora, forza, la Chiesa di Giuda capirà l’errore.

La parrocchia del Duomo e di Costa di don Bruno Daniel durante l’anno ha dato ospitalità in un appartamento una camerunense e una nigeriana con i figli. Perché si sa, c’è la guerra siriana in Nigeria e Camerun.

Adesso però c’è la necessità di ospitare altre due ragazze nigeriane incinte. Perché sono sempre incinte. E non ci sono mai padri, quindi devono essere gli italiani a mantenere loro e i figli, logico no?

Con tutti gli italiani in crisi, che dormono nelle auto, questi mantengono nigeriane incinte. Ma non vi fare nemmeno un po’ schifo?




Un pensiero su “Chiesa in crisi: dimezzate offerte fedeli per i profughi”

  1. COMUNICATO X TUTTI I CAMERATI CHE COMMENTIAMO SU VOX
    ENTRATE A FAR PARTE DELLA NOSTRA CHAT WATHSAAP X CONDIVIDERE OPINIONI COMMENTI E X RITROVARCI INSIEME A COMMENTARE FATTI REALI
    E X DAR FORZA AL FASCIO DI CRESCERE
    SCRIVETE A QUESTO NUMERO +18092237585 WATHSAAP IN ASSOLUTA PRIVACY IL VOSTRO NUMERO CHE VI CONTATTEREMO
    ONORE AL DUCE E A TUTTI I CAMERATI

Lascia un commento