Nigeriani assaltano treno, vomitano sui sedili: scontro con agenti

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Violenza domenica sera su un treno diretto a Firenze. Un gruppo di giovani nigeriani, sembra profughi, ha scatenato il caos. Terrorizzando i passeggeri.

I cinque africani senza biglietto, appena saliti sul treno, hanno iniziato a molestare i passeggeri.

Completamente ubriachi – a questo serve la paghetta – si sono rifiutati di scendere dal convoglio come richiesto del capotreno. Poi se la sono presa con i passeggeri, vomitando anche sui sedili.

Solo l’intervento di quattro pattuglie della polizia di Stato, allertate dal capotreno, hanno impedito il peggio.

Gli agenti sono saliti alla fermata della stazione di Pistoia. Nel caos, uno degli africani è riuscito a fuggire.

Altri due, invece, si sono scagliati contro gli agenti, prendendoli a calci e a pugni.

Ma alla fine, tutti e quattro sono stati arrestati con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Gli altri due, che avevano seguito le forze dell’ordine senza mostrare ostilità, hanno, incredibilmente, solo ricevuto una denuncia per interruzione di pubblico servizio ed ubriachezza violenta.

Tre dei poliziotti intervenuti sul treno hanno riportato ferite.

Per quanto riguarda gli africani arrestati, nella giornata di ieri sono stati processati tramite giudizio direttissimo. Per loro una condanna a 18 mesi di reclusione. Senza carcere.

In Italia c’è un’emergenza nigeriani. Il peggio di quel Paese è venuto qui. Traghettato da Pd e Ong.




Un pensiero su “Nigeriani assaltano treno, vomitano sui sedili: scontro con agenti”

Lascia un commento