Salvini: via le pensioni sociali agli immigrati

Condividi!

Il prossimo privilegio degli immigrati nel mirino di Salvini sono le ‘pensioni sociali’:

Gian Carlo Blangiardo, demografo, professore dell’Università Bicocca di Milano e presidente in pectore dell’Istat, ha smontato tempo fa la bizzarra tesi secondo la quale “i migranti ci pagano le pensioni”, tanto in voga nei circoli radical chic.

Il professore ha analizzato i dati, spiegando per quale motivo bisogna smetterla di dire che gli immigrati ci pagano le pensioni: “Nel nostro sistema pensionistico, quando paghi hai dei diritti e un giorno dovrai ricevere ciò che hai versato. Nel bilancio complessivo c’è sempre questa brutta tendenza a considerare i versamenti previdenziali come se fossero lasciati in via definitiva al bilancio statale o comunque dell’Inps. Non è affatto così”.

Esperto smonta Boeri: “Pagheremo noi le pensioni a immigrati”

“Peraltro – spiega il professore – se vanno via, le norme sono tali per cui avranno diritto a riceverla, ovunque siano andati. E comunque, non se ne vanno. Non c’ è nessuna evidenza empirica di soggetti che tornano a casa una volta diventati anziani”.

E visto che molti di loro non versano contributi – basti pensare ai venditori abusivi – riceveranno la pensione sociale a spese degli italiani.

“Nell’arco di dieci anni, circa 2 milioni di stranieri diventeranno italiani (questo lo dobbiamo impedire assolutamente ndr…). Questi, se tornano a casa loro, è solo per le vacanze. Non possiamo pensare che questa gente a un certo punto se ne vada lasciandoci i contributi”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Se togliamo di mezzo il contributo previdenziale – conclude il professore – e non lo consideriamo come un regalo, ma semplicemente come un prestito, come deve essere, allora la differenza tra quanto danno e quanto ricevono è negativa. Ricevono non tantissimo, ma un po’ di più rispetto a quello che danno. Questo è un dato di fatto. Il prestito che loro ci fanno è utile dal punto di vista della cassa, cioè per pagare le pensioni oggi. Ma i conti non torneranno quando sarà il momento a nostra volta di pagare le loro di pensioni”.

E torneranno in negativo. Perché prenderanno più di quello che hanno dato. I nostri politici sono dei delinquenti che non ragionano a lungo termine.

Senza contare le pensioni sociali. Ovvero le pensioni che, grazie ad una legge approvata da Prodi (quando la abroghiamo, Salvini?) possono prendere anche gli immigrati over 65 che non hanno mai lavorato in Italia. Immaginate tra qualche anno, quando tutti i vu cumprà avranno superato quell’età: chi dovrà mantenerli?

Nel 2016 – ultimo anno disponibile – sono stati 70.648 i cittadini stranieri che hanno goduto di un assegno pensionistico in Italia senza avere mai lavorato.

Trafugando dalle casse dell’Inps 426,4 milioni di euro. Il tutto grazie ad una legge voluta dal governo Prodi e mai abrogata da nessun altro governo: è d qui che il governo populista deve partire.

Di questi 70mila stranieri che ricevono una assistenza, ben 16.232 provengono da paesi neo comunitari dell’Est Europa, mentre la maggioranza (54.416) sono extracomunitari.

Si tratta del 60% circa del totale della spesa pensionistica che l’Inps mette a bilancio per i cittadini non italiani (che abbiano maturato tutte le condizioni per poter ricevere un assegno previdenziale). Significa che la maggioranza degli immigrati che riceve una pensione, la riceve senza avere mai lavorato.

La pensione sociale venne istituita per garantire una vecchiaia decente anche a quegli italiani che per un motivo o per l’altro non avevano potuto versare contributi. Invece se la pappano i nonni degli immigrati, trascinati in Italia apposta.

Le comunità più diffuse sono quelle rumena (11.611), albanese (15.566) e marocchina (10.021). Poi filippini, polacchi e bulgari. La crescita nel 2016 è stata del 9,2%. E’ quindi logico pensare che nel 2017 siano quasi 80mila, per una cifra superiore al mezzo miliardo.

Nella lista ci sono anche residenti rifugiati, titolari di protezione sussidiaria e coloro che soggiornano per un lungo periodo.

I soggetti, che ne possono beneficiare, devono avere un reddito basso, al di sotto dei 5.824,91 €. E per loro è facile.

Se sei un immigrato chiedi il ricongiungimento con i tuoi genitori/nonni/bisnonni e hai risolto. Poi puoi anche rimandarli in patria e non comunicarlo.

Demografo: “Immigrati bomba demografica e non ci pagheranno pensioni” – LEGGI

Nel 2017, grazie ai controlli elettronici, si è scoperto che molti immigrati che percepiscono la pensione non sono più residenti in Italia. Ma anche senza questi truffatori, concedere la pensione sociale a chi non ha mai lavorato in Italia e non è italiano è una vergogna.

Oltre ad essere un disastro economico: è un gesto di solidarietà etnico all’interno di una comunità. Se apri al mondo, in teoria dovresti riservarlo a centinaia di milioni di persone. E non è praticabile. Oltre a non essere giusto.

Ma la pensione sociale è solo una parte del problema.

I numeri del grafico sopra mostrano numero e tipologia di pensioni incassate dagli immigrati residenti in Italia. L’Inps, che ha messo a disposizione questi dati, si ferma con le rilevazioni al 2015, anno in cui gli immigrati titolari di una pensione di tipo “sociale” sono erano 81.619, in crescita dai 74.429 dell’anno precedente.

Insomma, lungi dal ‘pagarci le pensioni’, gli immigrati se le stanno fregando.

E questo, senza contare loro:

Pensioni: 83% imprese di immigrati non paga INPS




Un pensiero su “Salvini: via le pensioni sociali agli immigrati”

  1. Comunque anche in un ipotetico futuro ravvedimento…..

    …Ed eventualmente posto rimedio al guaio procurato dagli infami bastardi politici & segaioli di corte…….

    ……ne usciremo ricoperti sempre di merda (come fisicamente le città)….e questi scimmioni potranno vantarsi di averci potuto sfruttare, insultare e fare i gradassi per un pezzo in culo a noialtri…….e questo non so a voi….ma a me proprio non và giù……

    Se ne dovrebbero ”andare” con ben altri ricordi del popolo italiano……queste scimmie selvagge dalle vaghe sembianze antropomorfe….

    ….magari gonfi di lividi ed ematomi e qualche osso rotto…..oltre che obbligati a togliersi dai coglioni a proprie spese……magari obbligati a ripulire ogni metro di suolo che durante la loro infame ed indesiderata permanenza hanno calpestato con lo scudiscio a denti uncinati…

    ….in modo da evitare allegre future repliche……una volta per tutte…..

    ……non so se mi spiego…..

Lascia un commento