Lo investe e poi lo abbandona: così albanese ha ucciso italiano

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
È una donna di 24 anni Aurela Perhati, albanese, l’omicida di Massimo Garitta, 53 anni, trovato morto in un campo alla periferia di Ovada (Alessandria), nel pomeriggio di Capodanno.

L’ha ucciso investendolo con la sua utilitaria dopo un breve tragitto sull’auto insieme, dal centro della città alessandrina alla periferia.

Un gesto dettato dall’ira, probabilmente per un’offesa ricevuta durante una lite, secondo la prima ricostruzione. Ma il movente resta ancora tutto da definire, hanno spiegato gli inquirenti.

Aurela Perhati vive con i genitori, in Italia da 22 anni, e una sorella più giovane a Ovada. Fino a poco tempo fa lavorava come commessa, era in cerca di un’altra occupazione.

L’elemento decisivo è stato il marchio di fabbrica della marmitta della Ypsilon della giovane donna, rimasto impresso sul giaccone della vittima.

Il provvedimento di fermo è scattato questa mattina dopo le ammissioni fatte dalle giovane.




Lascia un commento