Kyenge: “No prima gli italiani in Italia”

Condividi!

Dopo avere incitato alla rivolta contro le leggi italiane:

Kyenge incita alla rivolta contro Salvini e il Parlamento

Cecile Kyenge Kashetu attacca il “principio del prima tutti gli italiani” dalla sua pagina Facebook.

VERIFICA LA NOTIZIA

Poi la solita lagna: “Io ho vissuto sulla mia pelle la discriminazione quando sono stata attaccata da Calderoli e dai vari Borghezio. Ho ricevuto solidarietà verbale e mi sono ritrovata sola davanti al Tribunale civile. E’ ora di azioni concrete. L’abbiamo visto anche con Koulibaly. Sono stata la prima ad esprimere solidarietà, a denunciare la vergogna”.

Tu sei entrata in Italia da clandestina e ti hanno fatta ministro. Questa è la vergogna.

Poi, torna ad incitare alla rivolta contro le leggi volute dagli italiani: “Chi rispetta i diritti umani non è eversivo. È eversivo chi non li rispetta. Voglio esprimere il mio sostegno a Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo, che insieme ad altri sindaci italiani in queste ore ha compiuta la giusta e coraggiosa decisione di sospendere nella sua città il Decreto Salvini, il ‘decreto insicurezza’”.

Poi il tema reddito di cittadinanza che lei vuole anche per gli stranieri: “Non lo so, vedo un po’ di confusione. […] Vedo, invece, solo il principio ‘prima di tutti gli italiani’…”.




Lascia un commento