Reddito di Cittadinanza: vogliamo la clausola Ceccardi!

Condividi!

Di Maio ha assicurato che la norma avrebbe riguardato solo “coloro che sono cittadini italiani”. Del resto si chiama Reddito di Cittadinanza.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ora pare che, invece, potrebbe andare a chi vive in Italia da 10 anni. Tutti sanno che non possiamo scrivere “agli italiani” perché i vincoli Ue non lo permettono, quindi si cerca un metodo perché sia così senza scriverlo.

Certamente, questo non basterebbe. E sarebbe un incredibile autogol per Salvini.

“La nostra norma sul reddito di cittadinanza è rivolta agli italiani – promette – Per fare questo innalzeremo il tetto dei lungosoggiornanti, in modo da rispettare le norme europee, ma allo stesso tempo per rivolgere la misura ai cittadini del nostro Paese. Quindi, quei 5 anni che si legge nella bozza del decreto è da modificare, sarà più alto”.

Vittorio Di Battista, papà di Alessandro non è d’accordo: “Torto ha chi, come dice un detto popolare, ‘chi croce non ha, pija dù zeppi e se la fà’ – scrive criptico su Facebook – Quindi? Quindi il reddito di cittadinanza si chiama reddito di cittadinanza e va dato a chi è cittadino e gode della cittadinanza. Punto”. Il ragionamento, in questo caso, non fa una piega. “Piantatela di arrovellarvi con i 5 anni, con i 10 anni, con la residenza, con i meritevoli e con quelli di passaggio – aggiunge – Mi sembra che di ‘crocì sia più che lastricata la strada di questo Governo e prendere ‘dù zeppì per farcene un’altra, sia sbagliato”.

Siamo certi che ci saranno altre clausole che ridurranno se non a zero a quasi zero il numero di immigrati: come la clausola Ceccardi-Lodi, del resto già inserita nel reddito di inclusione dalla Regione Friuli in questi giorni:

Svolta Lega in Friuli: case e aiuti solo a italiani

Perché Salvini sa che dare il Reddito di Cittadinanza agli immigrati sarebbe un suicidio: politico per lui, etnico per l’Italia. Perché finanzieremmo l’invasione.




Un pensiero su “Reddito di Cittadinanza: vogliamo la clausola Ceccardi!”

Lascia un commento