Mafia nigeriana, centomila affiliati in Italia: arrivati coi barconi

Vox
Condividi!

L' ANNO 2019 È DELLA #MAFIANIGERIANA ?Primi giorni del nuovo anno e purtroppo gli allarmi bande straniere si…

Posted by City Report on Thursday, January 3, 2019

Si chiama “Black Axe” : è un clan nato in Nigeria ed esportato om Italia.“Black Axe” è il cuore della mafia nigeriana nel nostro Paese: conta centomila affiliati. Grazie al PD che negli ultimi anni ha:

Il Pd ha traghettato la Mafia Nigeriana in Italia: 80mila in 5 anni

In pratica, i traghettamenti dalla Libia sono serviti a questo. Non sappiamo se le ong siano finanziate dalla mafia nigeriana, quel che è certo è che lavorano per ‘lei’, coscienti o meno di farlo.

Praticamente, la mafia nigeriana è la comunità di nigeriani numericamente più grande in Italia. Quindi parliamo di un gruppo ramificato e potente, che rappresenta una seria minaccia all’ordine pubblico e al vivere civile.

Vox

La mafia nigeriana ha cominciato a espandersi sotto l’ala di Cosa Nostra, per poi acquisire una sua autonoma potenza, il clan nigeriano addirittura produce direttamente la droga sintetica con il permesso delle mafie locali: che sono dietro gli sbarchi. E magari finanziano qualche sindaco locale perché si rifiuti di applicare il decreto Salvini che è una minaccia mortale per la mafia nigeriana e gli affari delle mafie locali.

L’omertà assoluta è un’altra caratteristica dominante in questa organizzazione criminale. Tra i membri del clan vige la legge del silenzio quando sono arrestati. Fino a poco tempo fa la prostituzione era la principale attività illegale dei nigeriani. Le ragazze erano acquistate da famiglie povere e una volta sul suolo italiano, erano rapite e brutalizzate ricorrendo anche a riti tribali tra cui il cannibalismo. Pamela ne sa qualcosa.

Oggi, grazie ai massicci sbarchi che hanno rifornito la mafia nigeriana di spacciatori low-cost, il mercato della droga e del traffico di esseri umani rappresenta il nuovo business.

“Ormai i clan – si legge su Affaritaliani.it – non usano più machete e asce come avrebbero voluto le mafie italiane, ma possiedono armi di ultima generazione. Mentre prima erano assoggettati oggi, i nigeriani sono tollerati, poiché sono utili agli scopi della Camorra e di Cosa Nostra. Questo rapporto, tuttavia, può cambiare da un momento all’altro poiché ormai da qualche tempo la mafia nigeriana chiede di essere alla pari con le mafie italiane forte del fatto che cresce sia come forza militare sia economica. Questa nuova mafia sta diventando sempre più pericolosa ma giacché è quasi invisibile agli occhi dei più ed è poco conosciuta dall’opinione pubblica e dall’associazionismo antimafia, se ne parla poco”.

Un aspetto da non sottovalutare è il forte integralismo islamico che si sta diffondendo in Nigeria e che potrebbe aumentare la minaccia terroristica sul nostro Paese.

E di tutto questo dobbiamo ringraziare il Pd e i sindaci scafisti.

Salvini, libera le schiave italiane della mafia nigeriana




3 pensieri su “Mafia nigeriana, centomila affiliati in Italia: arrivati coi barconi”

  1. per sconfiggere la mafia qualunque sia, c’è un solo modo; prendere il mafioso , sparagli in testa e lasciarlo lì senza fare tanta fiera ne telecamere niente di niente, è così via……
    e se vogliamo essere sterilizzare; un colpo in testa a tutto l’albero genealogico del mafioso

  2. per sconfiggere la mafia qualunque sia, c’è un solo modo; prendere il mafioso , sparagli in testa e lasciarlo lì senza fare tanta fiera ne telecamere niente di niente, è così via……
    e se vogliamo sterilizzare per bene ; un colpo in testa a tutto l’albero genealogico del mafioso

I commenti sono chiusi.