Detenuti stranieri in rivolta ad Aosta

Condividi!

Quindici detenuti stranieri nel carcere di Brissogne (Aosta) si sono oggi barricati nella sezione a regime ordinario per circa sei ore.

VERIFICA LA NOTIZIA

La rivolta, secondo quanto riferito dal sindacato della polizia penitenziaria Osapp, è partita dalla protesta di uno di loro per un mancato decreto di espulsione. I cancelli di ingresso della sezione e di immissione ai passeggi sono stati bloccati tramite sacchi di plastica inseriti nelle serrature a cui è stato dato fuoco.

Sono stati minacciati l’uso di lame artigianali e l’esplosione delle bombolette del gas in uso ai fornellini. I detenuti sono rientrati nelle celle dopo una lunga trattativa da parte del direttore sopraggiunto da un’altra struttura. Si è anche reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco per lo sblocco dei cancelli.

Espulsioni e costruzione carceri in paesi terzi.




Vox

Lascia un commento