Mattarella difende il business dell’accoglienza: “No tasse sulla bontà”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Nel suo discorso di fine anno, che speriamo vivamente sia l’ultimo, Mattarella cita il Terzo Settore,”rete preziosa di solidarietà,che merita più sostegno”

“E l’Italia che ricuce, positiva”,vanno perciò “evitate tasse sulla bontà”.

Il riferimento è all’Ires sui profitti delle ‘no profit’, che nulla hanno a che fare con i volontari. Ma sono tasse su chi lucra, quasi sempre sull’invasione.

Non è quindi strano che Mattarella li difenda: sono il suo riferimento culturale. E non solo culturale.




3 pensieri su “Mattarella difende il business dell’accoglienza: “No tasse sulla bontà””

  1. i casi sono solo due: a) non sa che la bontà è EsCLUSIVAMENTE business b) mente sapendo di mentire.
    Fate voi….
    TOGLIETE LE SOVVENZIONI E VEDIAMO QUANTA “BONTA'” RESTA !!!!!

Lascia un commento