Sindaco PD spende 300mila euro per seppellire 86 clandestini: poi non paga

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Contenzioso fra la Global Service Optimal, società che gestisce il cimitero di Piano Gatta, ad Agrigento, e il Comune.

L’impresa reclama i documenti che ricostruiscano il procedimento amministrativo in base al quale è stato disposto l’ordine di seppellimento di 86 salme delle vittime del naufragio del 3 ottobre del 2013, quando morirono, nel ribaltamento di un barcone, almeno 366 clandestini diretti a Lampedusa.

L’allora sindaco, il PD Marco Zambuto, decise di ospitare a Piano Gatta alcune salme in diverse cappelle, producendo un costo di oltre 300mila euro che però il sindaco non ha di fatto mai pagato: fanno gli splendidi con i soldi dei contribuenti e poi nemmeno pagano.

Spendere 300mila euro dei cittadini di Agrigento – disoccupazione giovanile vicina al 60 per cento – per seppellire 86 clandestini. Con l’immigrazione non si butta via niente, nemmeno i cadaveri.




Lascia un commento