36 milioni di euro per insegnare l’italiano agli immigrati

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
L’intervento è inserito nel Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) e per la sua attuazione è disponibile un finanziamento di 647 mila euro. Con questa iniziativa, denominata Sardinia L2, la Regione Sardegna intende insegnare l’italiano agli immigrati.

“Il miglioramento delle competenze linguistiche – dice l’assessore PD Filippo Spanu che ha delega sui flussi migratori – è un aspetto essenziale per consentire agli immigrati di avere un rapporto corretto con i diversi servizi del territorio. Realizziamo questa azione – aggiunge l’assessore – insieme al Centro Provinciale Istruzione degli Adulti della Provincia di Cagliari e all’Ufficio scolastico regionale già meritoriamente impegnati nel campo della formazione di tanti richiedenti asilo che trovano nello studio opportunità di crescita umana e culturale e nuove occasioni di inserimento nel tessuto sociale delle comunità in cui vivono”.

L’avviso del Ministero dell’Interno, pubblicato al tempo del precedente governo, a cui la Sardegna ha aderito, era rivolto a regioni e province autonome per un importo di 36 milioni di euro.

Quindi, spendiamo 36 milioni di euro per insegnare l’italiano agli immigrati. Perché dobbiamo pagar enoi la loro istruzione?




Un pensiero su “36 milioni di euro per insegnare l’italiano agli immigrati”

Lascia un commento