Altri profughi beccati a spacciare, il traffico in mano loro

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Due nigeriani di 20 e 30 anni sono stati arrestati dalla Polizia a Potenza con l’accusa di concorso in detenzione illegale e spaccio di eroina.

I due sono ospiti di un centro di accoglienza profughi e sono in attesa del riconoscimento dello status di rifugiati. Che ovviamente ora verrà negato in base al decreto Salvini.

I due migranti sono stati sorpresi mentre consegnavano della droga e sono stati trovati in possesso di eroina già divisa in dosi, denaro contante, carte prepagate e telefoni cellulari. Secondo la questura, a Potenza l’eroina è tornata “ad essere presente con condotte sistematiche e persistenti”.

Grazie ai sedicenti profughi.




Un pensiero su “Altri profughi beccati a spacciare, il traffico in mano loro”

Lascia un commento