Cittadina arresta ladra Rom, magistrato la libera

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Dieci giorni fa era diventata madre per la prima volta a 18 anni. Ma il pomeriggio del giorno di Natale, Sandra Rustic, rom residente in un campo nomadi milanese e in trasferta nel centro storico a Venezia, era già tornata a Rialto, a rubare con una complice di 12 anni. Li chiamano bambini, sono solo delinquenti.

Mentre una faceva da palo e copriva la visuale con un foulard, l’altra aveva aperto la cerniera dello zainetto di una turista.

Poi però è entrata in azione una donna che fa parte dei “Cittadini non distratti”, gruppo di cittadini attivo nel contrasto alle borseggiatrici.

Rustic e la minore erano volti noti tra i “Cittadini non distratti” e la donna ha deciso di entrare in azione e di fermare le due ladre, poi di chiamare i carabinieri del Nucleo Natanti arrivati in una decina di minuti.

La minore, che ha detto di avere 12 anni, risulta per legge non imputabile. E già questo è un problema.

Per l’altra, invece, erano scattate le manette con l’accusa di tentato furto.

Ieri mattina la nota ladra Rustic è comparsa davanti al giudice monocratico Daniela Defazio. Il suo difensore, l’avvocato Damiano Danesin, ha eccepito che l’arresto fatto dalla privata cittadina non era legittimo in quanto avvenuto al di fuori dei casi previsti dalla norma.

In altre parole, secondo il legale, la “Cittadina non distratta” si sarebbe sostituita alle forze dell’ordine, esercitando funzioni che non le sono proprie. Il privato cittadino può procedere all’arresto in flagranza solamente per i reati perseguibili d’ufficio e per cui è previsto l’arresto obbligatorio da parte della polizia giudiziaria. Ma per il tentato furto, l’arresto è facoltativo, non obbligatorio.

L’arresto, dunque, non è stato convalidato e il giudice ha disposto il divieto di dimora a Venezia, in attesa della prosecuzione delle indagini. Nelle scorse settimane, peraltro, la donna era già stata fermata dalle forze dell’ordine e denunciata a piede libero.

In un Paese libero i cittadini che arrestano i delinquenti vengono premiati. In Italia no. E’ tempo di cambiare la legge.




Un pensiero su “Cittadina arresta ladra Rom, magistrato la libera”

  1. REDAZIONE DI VOX NON CAMBIERÀ MAI UNA MINCHIA PERCHE SE ASPETTIAMO LA LEGGE CHE LI RIMPATRI INVECE DELLA DENUNCIA E MEGLIO FARCI GIUSTIZIA NOI STESSI METODO DUTERTE-BOLSONARO SPARARE SUL POSTO

Lascia un commento