Fallimento Bramini: no ad esproprio azienda

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il tribunale di Brescia ha accettato la
domanda di liquidazione presentata dal
legale di Sergio Bramini, l’imprendito-
re monzese dichiarato fallito nonostan-
te un credito di 4 mln di euro verso lo
Stato.

I giudici hanno stabilito che “non pos-
sono essere iniziate e proseguite azio-
ni cautelari o esecutive né acquistati
diritti di prelazione sul patrimonio
oggetto di liquidazione da parte dei
creditori”. Bramini aveva ricevuto vi-
site di solidarietà anche da Di Maio e
Salvini.

E’ governo del popolo: anche l’imprenditore sfrattato Bramini nella squadra di Salvini

Primo atto del governo populista: l’imprenditore fallito dallo Stato entra a Palazzo Chigi

Fallito per colpa dello Stato: un cinese si prende casa sua




Lascia un commento