Governo compatto: porti chiusi a clandestini Ong

Condividi!

I grillini rossi, una specie in via di estinzione, esigono lo sbarco dei 300 clandestini prelevati su appuntamento dalla ong spagnola Open Arms.

Salvini ha chiuso i porti:

Ong carica di clandestini, Salvini: “Porti italiani sono chiusi”

“La nave Open Arms, di Ong spagnola con bandiera spagnola, ha raccolto 200 immigrati e ha chiesto un porto italiano per farli sbarcare, dopo che Malta (dopo aver fatto giustamente sbarcare una donna e un bambino) ha detto di no. La mia risposta è chiara: i porti italiani sono chiusi! Per i trafficanti di esseri umani e per chi li aiuta, la pacchia è finita”.

Indispettita la dichiarazione della senatrice con un passo fuori dal MoVimento Laura Fattori (M5s) che all’Adnkrons afferma: “I porti non sono chiusi e un eventuale decisione non spetta a Salvini”. Ma no, infatti spetta a te.

Poi arriva l’esibizionista De Falco, già dai tempi di Schettino uno che pensa più all’apparire che alla sostanza, all’Adnkronos afferma: “Questo episodio dimostra “la necessità di avere una condivisione europea del fenomeno. Condivisione che non riusciamo ad avere se non attraverso istanze sovranazionali e internazionali. Ovviamente, nel momento in cui l’Italia vuole far valere la propria posizione, deve presentarsi in quelle sedi istituzionali e lì ottenere l’adesione degli altri Paesi, così come era stato fatto per un paio d’anni partecipando attivamente e intelligentemente ai lavori del Global Compact per l’immigrazione. Non è ragionevole aver disertato il tavolo di Marrakech”.

Poi una menzogna sui morti in mare che si sono dimezzati con l’azzeramento degli sbarchi: “È anche vero che non accenna a diminuire la tensione alle frontiere e questo si traduce in un raddoppio dei morti in mare. Occorrerebbe intensificare l’azione di salvataggio in mare, ma non solo da parte dell’Italia. Uno dei punti del Global Compact – sottolinea – riguarda anche quello”.

E a mettere a cuccia i due desperados pensa il ministro dei Trasporti, Toninelli, che su Twitter: “Sul caso #OpenArms l’Italia non ha coordinato i soccorsi in acque Sar libiche, esattamente come non lo hanno fatto Francia, Spagna o altri. Allora cosa vuole fare la Ue? Serve una risposta dell’intera Europa all’emergenza #migranti”.

Porti chiusi. Ong spagnola, clandestini spagnoli. Altrimenti li riportino dove li hanno presi: in Libia.

Il tentativo di questi trafficanti è chiaro: testare la resistenza di Salvini. E lui lo sa. Come sa che un’eventuale segno di debolezza riaprirebbe il traffico e affonderebbe lui politicamente: per sempre.




Lascia un commento