Giudice ‘anti-Salvini’ sotto scorta: offeso su facebook

Condividi!

#CronacaTweet di Salvini, il giudice Boragine sotto protezione dopo l'assoluzione degli antagonistihttps://goo.gl/Uv5hNY

Posted by La Gazzetta di Lucca on Friday, December 21, 2018

Il giudice del tribunale di Lucca Gerardo Boragine è stato “fatto oggetto di pesanti insulti” sui social a seguito di un tweet del ministro Salvini a proposito della sentenza di assoluzione di 26 giovani processati per una manifestazione del 2015 contro il leader leghista:

Lanciare sassi a Salvini non è reato: magistrato di sinistra assolve estremisti di sinistra

Salvini, preso atto della sentenza, aveva detto: ‘Evidentemente aggredire e lanciare sassi per qualcuno non è reato. Evviva la ‘giustizia’ italiana. Io tiro diritto’: questo il messaggio di Matteo Salvini che aveva provocato reazioni a base di insulti e minacce ai danni del magistrato lucchese. In difesa di quest’ultimo si è apertamente schierata l’Associazione Nazionale Magistrati toscana.

Insomma, prima assolve i compagni, poi altri compagni lo mettono sotto scorta a spese nostre perché qualcuno lo offende su facebook.




Lascia un commento