L’ultima del PD: un profugo in ogni famiglia italiana

Condividi!

“Abbiamo ritenuto un dovere civile e politico quello di aderire a un progetto che punta all’inclusione ancor prima che all’integrazione”, ha dichiarato il sindaco di Lecce Carlo Salvemini.

Questa mattina la presentazione

Posted by Leccenews24.it on Saturday, December 15, 2018

“Quella del fenomeno migratorio oggi diventa la più importante sfida politica e culturale dei prossimi 50 anni e non è pensabile affrontarlo come si vuole fare adesso. C’è un dovere di aiuto nei confronti dei bisognosi che deve avere la precedenza rispetto alla questione politica. Credo che a oggi non si sia adeguatamente valutato quale sia il peso dell’inefficienza dei servizi rispetto al clima che si percepisce”.

Quindi, secondo il PD, il programma è mantenere in casa vostra un africano in fuga dalla guerra in Siria per i prossimi 50 anni.

Così infilerà la chiave nella serratura.




2 pensieri su “L’ultima del PD: un profugo in ogni famiglia italiana”

Lascia un commento