Facebook dice agli utenti cosa è giusto pensare sul Global Compact

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Gli utenti contrari al Global Compact dell’ONU sulle migrazioni, sono rimasti scioccati quando, andando a condividere articoli contrari all’accordo, sono stati rimandati da facebook sul sito del giornale di sinistra Le Monde: in un articolo favorevole all’accordo.

Tutto con la scusa di avere “ulteriori informazioni su questo argomento”.

Facebook sta violando le leggi. Non solo quelle antitrust, anche quelle sull’editoria.

I social godono di un privilegio: quello che gli utenti scrivono sulle loro piattaforme non è responsabilità di Facebook o Twitter, ma personale di chi l’ha scritta. Questo perché i social non sono equiparati ai giornali.

Ma questa diversità cade se i social iniziano a privilegiare certi contenuti rispetto ad altri: e allora andrebbero trattati alla stregua di comuni giornali, con una propria linea editoriale.




2 pensieri su “Facebook dice agli utenti cosa è giusto pensare sul Global Compact”

Lascia un commento