Open Arms truffava l’Italia: clandestini diretti a Malta portati in Italia

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Novità sulla notizia di ieri:

Ong Open Arms sotto inchiesta: favoreggiamento immigrazione clandestina

L’ong Open Arms, secondo la procura, avrebbe truffato per far sbarcare i clandestini in Italia: una volta giunti in acque maltesi gli operatori di Open Arms avrebbero evitato di richiedere alle autorità della Valletta l’autorizzazione allo sbarco o l’indicazione di un porto sicuro, nonostante le sollecitazioni delle autorità italiane, imponendo alle autorità italiane (al tempo del PD) di concedere lo sbarco in territorio italiano.

In questo, causando anche un danno economico notevole: pensate che hanno traghettato in Italia migliaia di clandestini, per i quali abbiamo speso negli anni centinaia di milioni di euro in accoglienza.

E qui si arriva al fatto da noi più volte denunciato. Le ong utilizzavano Malta come porto di rifornimento, col permesso del governo maltese. Ma non hanno mai scaricato a Malta nemmeno un clandestino: c’era un accordo?

Dopo la chiusura dei porti italiani, Malta ha subito chiuso i propri ai rifornimenti. Casualità?




Un pensiero su “Open Arms truffava l’Italia: clandestini diretti a Malta portati in Italia”

Lascia un commento