Kyenge: Italia ha bisogno di giovani africani

Condividi!

Kyenge contro il decreto Salvini:

Fermiamo il Decreto Salvini, fermiamo l'insicurezza!

Il decreto Salvini vuole annientare l'accoglienza e l'integrazione. Lo stiamo vedendo con i nostri occhi, già in queste prime ore: le persone accolte in Italia nei numerosi ed efficienti percorsi di integrazione ora sono a rischio, potrebbero di colpo finire per strada – senza un letto, senza un tetto, senza aiuti.L'impoverimento del sistema Sprar voluto da Salvini non fa altro che impoverire tutte quelle strutture che fino ad ora hanno garantito alle persone diritti, dignità e un progetto di inserimento nella società italiana – attraverso corsi di italiano e formazione lavorativa.Ora quelle persone che fine faranno? Il governo sembra non volersi occupare della risposta a questa domanda. Ma è facile immaginarsela: finiranno per strada, totalmente indifesi rispetto alle difficoltà e ai rischi che dovranno affrontare.È paradossale, ma è quindi lo stesso governo italiano a spingere le persone fuori dal percorso di integrazione nella società. E questo non possiamo permetterlo. Per quest motivo appoggio il referendum che il Partito Democratico vuole organizzare per abrogare questo decreto.Non possiamo stare a guardare mentre l'Italia finisce vittima di politiche xenofobe e punitive nei confronti di deboli ed indifesi. È ora di lottare, uniti!

Posted by Cécile Kyenge Kashetu on Tuesday, December 4, 2018

“Questi attributi accidentali, inventati di recente da una politica smarrita non tengono conto del fatto che stiamo parlando di persone, titolari di diritti inalienabili, garantiti dalla nostra Costituzione e dai trattati internazionali che abbiamo ratificato”.

Purtroppo per te, non abbiamo firmato il Global Compact, altrimenti oggi potevi festeggiare la caduta dell’Italia italiana.

Poi annuncia il referendum suicida contro il decreto: “Sosterrò con tutte le mie forze il referendum per l’abrogazione del decreto Salvini che il Pd intende avviare, perchè non possiamo vedere il nostro (???) paese, l’Italia, diventare un paese inutilmente cattivo. Anche perché il paese ha bisogno di giovani per il presente ma soprattutto per il futuro”.

Abbiamo bisogno di giovani italiani (anche se, in realtà, il 50% è disoccupato) non di giovani africani. Non è questo il futuro che vogliamo per l’Italia. Che è il nostro Paese, non il tuo.

Il delirio sul Global Compact:

Di ritorno dal summit Onu, dove col Global Compact for Migration abbiamo posto le basi per nuove strategie e soluzioni…

Posted by Cécile Kyenge Kashetu on Tuesday, December 11, 2018

“Abbiamo”: chi? A nome di chi?




3 pensieri su “Kyenge: Italia ha bisogno di giovani africani”

Lascia un commento