Procura chiede 20 anni per lista fascista: colpevole di avere vinto elezioni

Condividi!

Ricordate la vicenda dei ‘Fasci’?

Democrazia vigilata, giudici cancellano il voto di 334 cittadini

La procura chiede 20 anni di carcere per gli imputati. La loro ‘colpa’? Avere presentato, legalmente, una lista e avere vinto le elezioni:

VERIFICA LA NOTIZIA

Mantova Poco meno di 20 anni di reclusione per sette dei nove imputati del processo a carico dei Fasci Italiani del Lavoro. E’ l’ammontare complessivo delle condanne chieste questa mattina dal procuratore capo Manuela Fasolato durante la discussione del processo che si svolge con rito abbreviato davanti al gup Gilberto Casari. Il giudice ha quindi aggiornato l’udienza al prossimo 22 marzo, quando emetterà le sentenze. Ai nove imputati viene contestata la ricostituzione del disciolto partito fascista in violazione della Legge Scelba e della XIIª disposizione transitoria della Costituzione. La pena più alta è stata chiesta chiesta dalla procura di Mantova nei confronti di Claudio Negrini, segretario dei Fasci italiani del Lavoro: 4 anni di reclusione. Per sua figlia Fiamma Negrini, che era stata eletta per quella lista nel consiglio comunale di Sermide e Felonica, viene conestata la sola partecipazione e sono stati chiesti 20 mesi. Un anno e sei mesi per Pasqua Lombardo di Bologna e Simone Grazio di Verona, anche loro accusato solo di partecipazione. Tre anni e 10 mesi per Giuseppe Ridulfo di Palermo; 3 anni e 6 mesi la richiesta per Vincenzo Stravolo di Napoli; 3 anni 4 mesi e 20 giorni di reclusione per Marco Piraino mentre Elvira Tormene di Rapallo (Genova), più volte in lista con Negrini, e Sergio De Biasio, di Verona, anche loro accusati solo di partecipazione, hanno scelto di affrontare il processo con rito ordinario. Anche per loro il giudice deciderà il prossimo marzo.

Delirante. Magistrati che sovvertono il voto dei cittadini in nome della ‘democrazia’.

Ps. Abbiamo sempre ritenuto bizzarra la proposta di questa lista, ma che qualcuno venga condannato al carcere per le proprie idee è osceno. E Vox si batterà sempre per la libertà di espressione: qualunque espressione.




2 pensieri su “Procura chiede 20 anni per lista fascista: colpevole di avere vinto elezioni”

  1. GLI IMMIGRATI CLANDESTINI SPACCIATORI NON LI CARCERANO SONO CRIMINALI E VENDONO MORTE MINCHIA IL RAZZISMO PARTE DALLE ZECCHE ROSSE SONO LORO I VERI RAZZISTI BASTARDI DEGLI ITALIANI

  2. Magistrati chiedono pene severe per un richiamo ai fasci. Richiamo solo linguistico o anche programmatico? Sarebbe molto diverso e comunque paiono pene esagerate se altri magistrati scarcerano cinque musulmani pakistani per decorrenza dei termini di carcerazione preventiva e li mettono ai domiciliari (sai che problema per loro!) indagati dalla Digos per terrorismo. Si sa quelli della Digos sono tutti scemi e si divertono a fare indagini così, tanto per passare il tempo!
    Naturalmente sono meno pericolosi di quattro b…….i che si inventano una lista dal nome “retrò” e ambiguo in un paesino. Come no!
    Oltretutto invece di occuparsi di violazioni formali si dovrebbero preoccupare del perché quella lista, sempre che effettivamente si richiamasse ai valori e programmi del ventennio, aveva preso il 10% dei voti.

Lascia un commento