Magistrato di corrente sinistra chiude sede CasaPound

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il fatto che dei magistrati iscritti a correnti di estrema sinistra possano chiudere la sede di un partito con migliaia di iscritti, partito che ha regolarmente partecipato ad elezioni e ottenuto centinaia di migliaia di voti, è una vergogna.

Questo, anche nel caso in cui fosse vero – e non lo è – l’aggressione all’europarlamentare di estrema sinistra passata a Potere al Popolo.

Non ci risulta siano state chiuse sedi del Pd a Roma, quando si scoprì lo scandalo di Mafia Capitale.

Quindi, lasciando stare l’idiozia del busto di Mussolini, si scopre che in Italia esistono libri proibiti. Chi scrive ha copie del Mein Kampf, del Capitale di Marx, libri su Pol Pot, Stalin, Napoleone, Gengis Khan e altri interessanti personaggi: è la Storia, cari magistrati.

Chiudere la sede di un partito per una presunta aggressione è un gesto eversivo. E lasciamo perdere il fatto che non chiudono i centri sociali quando devastano le città.

Ricordiamo cosa avvenne:

Bari, teppisti rossi assaltano CasaPound: poi denunciano aggressione fascista!

Quindi, chi assalta la sede di un partito, non viene né arrestato né la sede del suo partito di estrema sinistra chiuso, si chiude la sede di chi si è difeso, magari, come va di moda per i magistrati rossi, ‘con eccesso’.

«Le accuse dei pm contro la sezione di CasaPound Bari non trovano alcun riscontro nella realtà dei fatti e sembrano a tutti gli effetti motivate da un pregiudizio politico». La rissa, spiega Di Stefano, «avvenne infatti nei pressi della nostra sede, in un punto della città in cui i militanti antifascisti non avevano alcuna ragione di passare, se non quella di attaccare Cpi. Un incidente a lungo cercato dall’estrema sinistra, anche nelle settimane precedenti, e infine trovato grazie alla preponderante superiorità numerica dovuta alla manifestazione anti-Salvini di quel giorno».

Per il segretario di CasaPound, dunque, «le perquisizioni hanno dato tutte esito negativo, tanto che ci si è dovuti attaccare a dei manubri da palestra per tenere in piedi il teorema del “covo di picchiatori”. Quanto all’accusa di ricostituzione del Partito fascista, si tratta di una questione già abbondantemente chiarita: CasaPound non vuole ricostituire alcunché, si presenta regolarmente alle elezioni e persegue la via democratica per far valere le proprie idee. La violenza non fa parte dei metodi politici di Cpi, che si limita a difendere la propria agibilità politica quando diventa bersaglio degli attacchi armati dell’antifascismo militante, quello sì eversivo e violento».

Giusto indagare chi ha aggredito, dall’una e dall’altra parte. Ma nessuno deve permettersi di chiudere sedi di un partito.

Ps. Ad avere avanzato l’indagine che poi ha portato alla chiusura della sede di CasaPound è stato il procuratore Roberto Rossi, membro della corrente di sinistra della magistratura “Movimento per la giustizia”.

PPs. Nella foto in alto, il procuratore insieme all’allora assessore di sinistra di Bari al ‘VaffaDay’ di Grillo, quando Grillo era considerato di sinistra.




2 pensieri su “Magistrato di corrente sinistra chiude sede CasaPound”

  1. La legge,secondo la magistratura,è uguale per tutti?
    Sembrerebbe di no,visto che agiscono sempre e solo in una unica direzione.
    A quando la chiusura di tanti centri sociali,tanti accampamenti rom e tante associazioni?

  2. Libertà? No alla dittatura? Giusto, a quanto pare l’importante è che siano liberi di fare cio che vogliono anche la dittatura chi è di sinistra. Conosco da vicino casapound e posso affermare con certezza che agiscono nel rispetto delle persone e della legge, cosa che non si può dire degli infelici ed insoddisfatti figli di papà tossichelli dei centri sociali di sinistra, il fatto è che casapound vuole il bene delle persone andando contro banche mondiali, multinazionali ed Europa, gli altri sono il perfetto cittadino autodistruttivo che sta radendo a zero tutto e preparando il terreno alla privatizzazione di tutti i beni essenziali ed alla schiavitù. Ne sono inconsapevoli? Sicuramente, ciò non li giustifica , come non credo che siano tutti stupidi ma piuttosto ignoranti , sarebbero in grado di capire ma scelgono di non farlo.

Lascia un commento