Migranti gli occupano casa: lui dorme nel garage!

Condividi!

Juri Malini, 47 anni, è un italiano che vive a Zona Predosa, frazione di Bologna.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ora dorme in garage, perché i migranti gli hanno occupato casa.

Costretto a vivere senza riscaldamento in un minuscolo garage mentre gli immigrati abusivi gozzovigliano nel suo appartamento.

Primo errore. Dovendo andare per un periodo all’estero, invece di trovare un affittuario, decide di affidare (dietro pagamento di un affitto) la casa al Comune di Bologna che, ovviamente, ha deciso di utilizzare l’immobile per piazzarci migranti. Che ti aspettavi?

Alla fine, stanze e saloni sono finiti in mano a una famiglia di romeni “che lo ha ridotto in condizioni pietose”. “Basti dire che il preventivo per sistemarlo supera i 36mila euro”, denuncia Juri. Da rifare completamente ci sono mobili, elettrodomestici, sanitari, il legno a vista. Insomma: tutto. Quello che “non è stato rovinato è stato rubato”.

Abbiamo già capito che tipo di romeni.

A provvedere al costo dell’affitto è stato il Comune, insieme alle spese condominiali.

Ma quando il Comune ha dato il via allo sfratto esecutivo dell’immobile sono iniziati altri problemi. Non appena la prima famiglia ha consegnato le chiavi, immediatamente ne è subentrata un’altra (con lo stesso cognome) che per occupare l’alloggio ha “sfondato una finestra” e “cambiato le serrature”.

E “io, che sto continuando a pagare il mutuo, non posso rientrare in casa mia perchè questa famiglia l’ha occupata e né i carabinieri, né il Comune di Bologna, né un’azione legale, dopo sette mesi dal fatto mi permettono di rientrare in possesso della mia casa”.

“Chi ha scassinato l’ingresso e occupato la mia casa ha più diritti di me – conclude Malini – Io dormo in un garage e loro dormono nella mia casa. E il Comune paga il loro affitto”.




Un pensiero su “Migranti gli occupano casa: lui dorme nel garage!”

Lascia un commento