30 immigrati chiedono di andarsene, Salvini li accontenta

Condividi!

Il Viminale ha risposto immediatamente all’assessore all’insicurezza di Milano: “i 28 immigrati residenti nel Milanese del gruppo che secondo la giunta di Palazzo Marino era bloccato in città per presunte colpe del Viminale hanno ricevuto il via libera per tornare nel proprio Paese”.

I primi 7 immigrati partiranno tra il 13 e il 18 dicembre. Altri 10, al momento, per problemi di salute partiranno a gennaio.

Fonti del Viminale spiegano che “l’operazione ha subìto un rallentamento per motivi burocratici e che non sono dipesi dal governo italiano: ora è stato siglato un nuovo e migliore accordo con l’Unione europea per aumentare (da subito) questa tipologia di rimpatri”.

Ma i veri rimpatri dovranno avvenire con aerei militari. Dovranno essere centinaia al giorno. Ci sono intere zone dove pescare.




Un pensiero su “30 immigrati chiedono di andarsene, Salvini li accontenta”

Lascia un commento