Sei spacciatori tunisini caricati sull’aereo e rispediti in Tunisia

Condividi!

Sei cittadini stranieri, irregolari in Italia, rintracciati ieri dalla polizia di Venezia tra Mestre e Marghera nell’ambito di controlli del territorio per il contrasto allo spaccio di droga e all’immigrazione clandestina sono stati scortati oggi all’aeroporto di Tessera (Venezia) per essere poi imbarcati su un volo (messo a disposizione dalla Guardia di Finanza) che li porterà al Cpr di Bari, per il successivo rimpatrio.

VERIFICA LA NOTIZIA

Si tratta di cittadini tunisini, di età compresa fra i 18 e i 30 anni. L’operazione svolta ieri sul territorio mestrino aveva visto impiegati, oltre ai poliziotti dei Commissariati di Mestre e Marghera, anche gli uomini del Reparto mobile di Padova, le squadre del Reparto Prevenzione Crimine e le unità cinofile di Padova e di Bologna. Oltre al rintraccio di irregolari, l’attività di controllo ha portato al sequestro di 285 grammi di marjuana, rinvenuti dalle unità cinofile nel parco Albanese, e all’arresto per spaccio di un uomo, un cittadino tunisino.

Come potete vedere il processo di espulsione è troppo macchinoso. Servono centri di internamento ed espulsione in tutte le province. Minimo in tutte le regioni. E vanno realizzati nei pressi di aeroporti militari.




Un pensiero su “Sei spacciatori tunisini caricati sull’aereo e rispediti in Tunisia”

Lascia un commento