Rep.Dominicana non firma Global Compact: ‘Ci riempirebbe di africani’

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
La Repubblica Dominicana non firmerà il GCM, Patto Globale per la migrazione delle Nazioni Unite, perché questo impedirebbe il controllo del suo confine con Haiti, il paese più africano del continente americano.

Lo ha annunciato martedì Flavio Darío Espinal, consulente legale per le Nazioni Unite dell’esecutivo: “La sua adozione genererebbe impegni per lo stato dominicano che potrebbero minare la sua capacità di affermare i suoi standard sulla migrazione e attuare efficacemente le politiche migratorie“, ha affermato l’esperto.

Centinaia di haitiani cercano ogni giorno di attraversare il confine con la Repubblica Dominicana. Secondo la National Survey of Immigrants del 2017, resa pubblica lo scorso aprile, gli haitiani rappresentano l’87,2% della popolazione straniera nella Repubblica Dominicana, una popolazione stimata in 497.825 persone.

Haiti è la dimostrazione che i problemi dell’Africa non dipendono dal territorio o dalla latitudine, ma dagli africani.

Haiti occupa la parte occidentale dell’isola di Hispaniola, è abitato da soli discendenti di africani. Ex schiavi. E sono poverissimi e violentissimi. L’altra parte si chiama Repubblica Dominicana, è abitata da un’élite di bianchi e mulatti: ed è mediamente ricca.

Questo ci deve fare riflettere.




2 pensieri su “Rep.Dominicana non firma Global Compact: ‘Ci riempirebbe di africani’”

  1. CONOSCO REPUBBLICA DOMINICANA COME L’ITALIA PERCHE VIVO ANCHE LI E MI SEMBRA DI VIVERE COME IN ITALIA PERCHE VEDO SEMPRE PUZZOLENTI NERI CHE SCASSANO LA MINCHIA MA SICCOME E UN PAESE ARMATO LI POSSONO FARE FUORI SENZA ESSERE PROCESSATI PERCHE LA LEGITTIMITA DIFESA E DI CASA.

Lascia un commento