Censura di facebook tocca Salvini: blocca pagina Ceccardi

Condividi!

E’ evidente che i social stanno intervenendo in modo illecito nella propaganda politica per favorire la sinistra

La pagina Facebook ufficiale di Susanna Ceccardi, sindaco di Cascina e consigliere per la sicurezza del ministro dell’Interno Salvini, è stata bloccato da Facebook.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ripetiamo: la pagina ufficiale di un eletto italiano è stata bloccata da facebook.

Ceccardi aveva appena annunciato la chiusura di un campo nella frazione di Navacchio.

«Da alcuni giorni facebook ha interdetto l’accesso alla mia pagina facebook, attraverso il mio profilo, per un post pubblicato nei giorni scorsi e ritenuto non conforme agli standard del social network», accusa Ceccardi.

«È incredibile che io sia in qualche modo sanzionata, perché ripristino la legalità in una zona degradata del mio comune. Io credo che il problema sia stato rappresentato dall’uso della parola rom, ma è una mia deduzione perché non ho ricevuto alcuna spiegazione in merito se non il fatto di non avere rispettato gli standard di facebook. Io avevo semplicemente spiegato ai cittadini che avevamo approvato una delibera, con i voti contrari del Pd, che avrebbe ripristinato la legalità a Navacchio per sgomberare un campo rom che esiste da trent’anni e dove nel tempo hanno trovato ospitalità molti pregiudicati e vi sono stati fenomeni delittuosi di vario genere oltre a decine di minori costretti a vivere in pessime condizioni igienico-sanitarie. Ho concluso il post affermando che dopo trent’anni arriveranno finalmente le ruspe».

L’aggiornamento avviene «grazie all’opera di alcuni collaboratori da me nominati amministratori della pagina visto che già due anni fa mi era capitato un fatto analogo».

E’ forse bene che politici vicini al leader del primo partito italiano vengano a conoscere di prima mano la censura di facebook. Forse convinceranno il ministro che è tempo di agire.

Non è accettabile che un monopolista di fatto possa decidere cosa è o non è lecito pubblicare sulla ‘sua’ piattaforma.

Facebook si comporta come un censore di fatto della libertà di espressione. Visto che, ormai, la sua capacità di influenzare attraverso la censura è superiore a quella dello Stato, è ora che un governo populista che basa la sua esistenza sulla libertà di espressione su internet intervenga.

Serve una legge molto semplice: facebook non può eliminare post e bloccare profili italiani che non violino le leggi italiane.




2 pensieri su “Censura di facebook tocca Salvini: blocca pagina Ceccardi”

  1. APPUNTO COME SUCCESSO A ME PERSONALMENTE MERDA DI SOCIAL LO DOBBIAMO BOICOTTARE CANCELLANDOCI TUTTI IN MASSA PERCHE FB E BASTARDO COME I SUOI SOCI CHE FA CAPO SOROS LA MERDA E PARASSITA DEL MONDO.

  2. I “mercanti” non hanno piacere che si dicano certe parole. Nondimeno la ruspa è meritoria. Comunque Faceberg non dovrebbe essere la finestra delle istituzioni, a patto che lo stesso Faceberg debba continuare ad esistere nella forma attuale.

Lascia un commento