Farage abbandona UKIP: “Islamofobo con Tommy Robinson”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Nigel Farage ha deciso di abbandonare l’UK Independence Party (Ukip), da lui guidata nel trionfo della Brexit.

Ma la Brexit doveva essere una tappa. Invece secondo Farage era la conclusione. Incomprensibile.

Ora lascia il movimento perché, secondo lui, gli attuali dirigenti Ukip sarebbero responsabili di averlo trasformato in una “formazione profondamente islamofoba”.

Decisione che Farage maturava da febbraio 2018, dopo la nomina di Gerard Batten a leader della formazione politica.

“Batten ha promosso un cambiamento radicale del programma del partito. Egli ha preferito dare sempre meno centralità ai temi economici e all’evoluzione del negoziato sulla Brexit per concentrarsi esclusivamente sui problemi derivanti dall’incremento dei musulmani nel Regno Unito. L’Ukip di oggi risente pesantemente della psicosi anti-Islam nutrita dal proprio leader. Nell’attuale programma del partito, infatti, sono presenti toni fortemente razzisti e islamofobi, espressione di un’ideologia che ho sempre duramente condannato.”

Chiamala psicosi. Avete il sindaco di Londra islamico, avete città ormai quasi a maggioranza musulmana. Quale psicosi?

La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la decisione Batten di nominare, quale “consulente” dell’Ukip per le questioni connesse all’immigrazione, Tommy Robinson, capo della formazione nazionalista English Defence League, e noto dissidente inglese, apprezzato da Donald Trump: “Batten ha nominato suo consigliere politico un attivista di estrema destra, un criminale ricercato dalle forze dell’ordine di mezzo mondo. Durante i miei anni alla guida dell’Ukip, ho sempre cercato di tenere il partito lontano dagli ambienti xenofobi. I dirigenti di oggi, invece, stanno guidando tale movimento verso una direzione totalmente sbagliata, verso il disastro. Purtroppo, la maggioranza degli iscritti è con loro. Essendo ormai finito in minoranza, non potevo fare altro che abbandonare la nave e salvarmi così da un imminente naufragio.”

In realtà, Farage, dopo lo strabiliante successo della Brexit, non è stato in grado di veicolare quel consenso verso lo UKIP: perché era un partito monotematico. Gli inglesi hanno votato Brexit sì, perché odiano la Ue, ma soprattutto per avere meno immigrazione. Lui pare non averlo capito.

Lo UKIP diventerà il partito populista britannico. Vox prevede un roseo futuro per il partito che si era ridotto allo zero virgola.




Un pensiero su “Farage abbandona UKIP: “Islamofobo con Tommy Robinson””

  1. Uscire dalla ue per farsi divorare da arabi e pakistani non mi sembra un grande affare.Resto scettico su questa brexit,il cui intento mi sembra di islamizzare definitivamente l’inghilterra.

Lascia un commento