Bergoglio scrive a don Biancalani: “Continua ad accogliere”

Condividi!

“Esprimiamo vicinanza ad una realtà che si distingue come esempio di accoglienza dei nostri fratelli e sorelle migranti .Papa Francesco ha voluto condividere con la Sezione migranti e rifugiati del dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, la lettera che le ha consegnato”.

Insomma, l’appoggio al business dei sedicenti profughi (e veri spacciatori) ospitati da don Biancalani è arrivato direttamente da Bergoglio attraverso la Sezione migranti del dicastero presieduto dal cardinale africano Peter Turkson, quello deputato a occuparsi di fenomeni migratori.

Non solo. Biancalani è stato invitato a tenere informato Bergoglio sulle esperienze finalizzate all’accoglienza che gestisce.

Quindi, la Chiesa di Bergoglio è quella di don Biancalani:

Avevate dubbi?

QUESTE IMMAGINI ATTIRERANNO QUALCHE PERVERTITO DEL SADOMASO, MA ALLONTANANO MIGLIAIA DI FEDELI

Don Biancalani ha dichiarato di sperare che la diocesi di Pistoia, scavalcata ora da Bergoglio, lo appoggi. Mentre fino ad oggi aveva tenuto una certa distanza dalle posizioni afrofanatiche del prete pistoiese.

E pensare che il governo, secondo indiscrezioni, sarebbe titubante nel fare pagare l’Imu alla Chiesa per le strutture della Caritas dove, ad esempio, ospitano quelli che ospita don Biancalani.




Un pensiero su “Bergoglio scrive a don Biancalani: “Continua ad accogliere””

  1. E’ una sceneggiatura che si scrive da sola: – Il Commissario per la Migrazione è solo la punta dell’iceberg e fa parte di un progetto più ampio che si chiama “Sviluppo Umano Integrale”, di cui fa parte anche il clero, che punta a costruire il servo perfetto, visto che la denominazione è in neolingua. (Orwell ci fa una pippa). Il buono ovviamente sarà Super Salvini, che però è troppo lungo: quindi lo abbrevieremo in SS1488.

Lascia un commento