Roma, invece di pensare alle buche danno lezione sul dl Salvini

Condividi!

Il decreto Salvini è ormai legge. Ma ci sono amministrazioni comunali che da settimane perdono tempo nel votare mozioni ‘contro il decreto Salvini’: ovviamente non servono a nulla, solo a gozzovigliare in aula. Ma mostrano anche chi è contro la strage silenziosa che portano avanti quelli con il permesso umanitario e chi no.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’ultimo caso arriva da Roma, con l’approvazione in Aula Giulio Cesare di una mozione che impegna il sindaco Virginia Raggi a “chiedere al ministro dell’Interno e al Governo di aprire un confronto istituzionale con Roma e le città italiane” per “valutare le ricadute concrete” del decreto “in termini economici, sociali e sulla sicurezza dei territori”.

Un testo inutile, figuriamoci se Salvini ascolta la Raggi, semmai le regalerà un nuovo albero di Natale.

Ad approvare la mozione, infatti, sono stati 22 consiglieri grillini su 28. Il che dimostra che, ormai, anche nelle amministrazioni locali sta uscendo fuori l’ala ‘leghista’ maggioritaria in parlamento.

Lo stesso leader , Luigi Di Maio, era a conoscenza, e ha lasciato giocare i bambini.




Lascia un commento