Effetto Ong: 14 morti in Libia durante battuta di ‘pesca’

Condividi!

Circa 14 clandestini sarebbero morti davanti alle coste libiche nel tentativo di raggiungere le navi Ong che nei giorni scorsi stavano battendo la zona, prima di ritirarsi con le stive vuote.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo ha riferito il portavoce delle forze di sicurezza di Misurata, il colonnello Hisham Aldwaini, precisando che il barcone di legno su cui navigavano è stato trovato al largo della città portuale libica con due corpi a bordo. Il portavoce ha aggiunto che altri 12 corpi sarebbero stati gettati in mare e 10 sono stati tratti in salvo dall’imbarcazione rimasta alla deriva per giorni.

L’effetto Ong colpisce ancora: se non parti, non muori. Invece pagano migliaia di euro e salgono su barchette con la stupida idea di essere presi dalle navi dei negrieri.




Un pensiero su “Effetto Ong: 14 morti in Libia durante battuta di ‘pesca’”

  1. Il branco di gnu e zebre che si buttano nel fiume Rwenzori, per passare alla sponda opposta…..

    Un vero peccato che non ci siano i coccodrilli di 6 metri a ”dargli un passaggio” , sulla riva opposta.

Lascia un commento