Germania: “Vertici militari volevano uccidere politici pro-immigrazione”

Condividi!

Novità su questa notizia:

Sventato colpo di stato patriottico in Germania: forze speciali pronte ad uccidere politici

A capo della “cellula terroristica di estrema destra” o gruppo di patrioti, a seconda delle posizioni politiche, ci sarebbe, secondo il settimanale tedesco Der Spiegel, l’agente speciale “Andre S”, noto con il nome in codice “Hannibal”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Hannibal”, impegnato nel volontariato, avrebbe dato vita a una formazione definita ‘neonazista’, composta da ex membri delle Spezialkräfte (forze speciali tedesche) per “eliminare i nemici della nazione”.

La cellula avrebbe a disposizione un notevole arsenale e avrebbe pianificato l’assassinio di diversi politici tedeschi giudicati “traditori della patria”. Secondo Der Spiegel, la cellula non sarebbe stata ancora soppressa dalle autorità perché protetta dai vertici militari che nutrirebbero una “tacita simpatia” nei confronti dei propositi di “Andre S”.

E qui la cosa si fa interessante. Forse i vertici militari tedeschi hanno finalmente capito quello che sta avvenendo in Germania e sono pronti a schierarsi contro la sostituzione etnica?




Lascia un commento