“Dobbiamo tenere migranti in hotel o diverranno criminali”

Condividi!

Sinistra e Vaticano sono in crisi di nervi dopo l’approvazione del decreto Salvini.

VERIFICA LA NOTIZIA

Una delle più delirante motivazioni per le quali, secondo loro, il decreto è il male assoluto, la leggiamo ancora oggi su Repubblica:

Avremo cioè più clandestini tentati oggettivamente e in assenza di altre possibilità dalla criminalità. Senza parlare di coloro che sono oggi ospitati negli SPRAR …

Il riferimento è al fatto che oltre 100mila (inizialmente 40mila) ospiti degli hotel per profughi dovranno uscire perché non sono oggettivamente profughi: ovvero provengono da Paesi dove non ci sono guerre.

Quindi, secondo tutto il mondo della cosiddetta sinistra, noi dovremmo continuare a mantenere oltre 100mila clandestini nigeriani, pakistani e bengalesi in hotel e appartamenti perché, sennò, s’incazzano e diventano criminali.

Un ragionamento che non fa una piega. Come pagare i Barbari perché non ti invadano.

Ora, a parte che delinquono anche ora che sono in hotel, spacciando e facendo a pezzi ragazzine, vi sembra una strategia intelligente, avere traghettato in Italia quasi 1 milione di finti profughi, per poi doverli tenere in hotel e case mantenuti sennò diventano criminali? Per quanto, all’infinito?

Voi li avete fatti entrare, consapevoli che erano clandestini, per foraggiare le vostre coop. Ora noi dobbiamo occuparci di rimandarli a casa. Costi quel che costi.




Lascia un commento