Va ad aiutare i Rom: volontario pestato e rapinato

Condividi!

Questa fa ridere. Perché, per una volta, le azioni folli di un buonista hanno punito lui, senza le conseguenze di solito negative per la collettività.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo hanno arrestato venerdì mattina all’interno della baraccopoli de La Barbuta. A finire in manette un 19enne residente all’interno del Villaggio della $olidarietà al confine fra i Comuni di Roma e Ciampino.

Una pattuglia è intervenuta per soccorrere un volontario aggredito con calci e pugni poco fuori l’ingresso della struttura.

Una rapina ai danni di un volontario di un’associazione benefica che operava all’interno del villaggio: due zingari a volto coperto hanno rubato una borsa contenente cellulare, portafoglio e carte di credito, provocando alla vittima lesioni per cui è stato necessario un ricovero di 30 giorni in ospedale. Le indagini sono partite immediatamente ed hanno permesso, dopo mesi, di identificare ed arrestare il giovane come uno degli autori della rapina e del pestaggio.

Questa mattina il GIP della Procura di Roma ha emesso ordinanza di custodia cautelare nel carcere di Rebibbia, dove il giovane fancazzista e delinquente rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria e risponderà dei reati di rapina commessa in concorso di persone, con l’aggravante delle lesioni personali cagionate per futili motivi. In una intercapedine del suo modulo abitativo i ‘caschi bianchi’ anche la refurtiva di varie rapine compiute dal giovane zingaro.




Un pensiero su “Va ad aiutare i Rom: volontario pestato e rapinato”

Lascia un commento