Bologna: immigrati superano italiani in case popolari!

Condividi!

Razzismo per l’assegnazione delle case popolari a Bologna.

Interviene il sottosegretario Lucia Borgonzoni, Lega, che a proposito del “boom di stranieri” assegnatari accusa: «E’ giunta la notizia che gli stranieri hanno superato gli italiani nelle assegnazioni di alloggi Erp gestiti da Acer Bologna. Nell’ultimo bando oltre il 59% degli alloggi disponibili sono risultati assegnati a cittadini stranieri: cittadini Ue 7,76% – cittadini extracomunitari 52,05%”.

Da sempre, ricorda, la Lega “si batte affinchè tra i requisiti per accedere agli alloggi Erp venga introdotto il criterio del possedimenti dei beni all’estero”. Clausola Ceccardi.

La norma e’ stata effettivamente introdotta dall’Emilia-Romagna, ma in modo volutamente efficace, la “sola autocertificazione pero’ non basta”, sottolinea Borgonzoni.

Acer “deve essere messa in condizione di verificare la veridicita’ di quanto dichiarato in modo da poter garantire equita’ e parita’ di trattamento a tutti i richiedenti cosi’ come gia’ avviene nelle universita’ dove gli studenti stranieri devono presentare la documentazione legalizzata e tradotta in lingua italiana dalle rappresentanze diplomatiche e l’unico modo e’ quello di un documento del Consolato o piu’ in generale di una autorita’ dipolomatica”.

Ma il sindaco PD di Bologna protesta:

Per lui il problema non esiste. Lui la casa ce l’ha.

Posted by BolognaToday on Thursday, November 29, 2018

Come potete pensare che gli italiani facciano figli, se le case popolari – le nostre case popolari! – vanno agli immigrati? Stiamo finanziando la nostra sostituzione etnica.

Dove governa la Lega:

Rivoluzione Lega: graduatorie case, quasi tutti italiani a Cascina

Mentre a Bologna il problema viene da lontano:

BOLOGNA: LE CASE POPOLARI PARLANO STRANIERO, ALMENO IL 60%




Lascia un commento