Chiedono elemosina ma hanno orologi extralusso

Condividi!

Poliziotti si fingono accattoni per svelare il racket dell’elemosina a Macerata.

La scoperta: chi chiede denaro davanti a chiese e supermercati ha cellulari costosi e orologi di marca, sono organizzati e si scambiano informazioni sui luoghi più proficui dove andare a elemosinare.

A Macerata, dice la Questura, il fenomeno «è stato quasi completamente debellato, ad eccezione di pochi casi riguardanti alcuni cittadini nigeriani che si ostinano a proseguire nell’attività di elemosina spostandosi da un luogo all’altro, al fine di evitare i controlli». Si tratta soprattutto di stranieri che si piazzano davanti a chiese, in piazze e di fronte a bar per chiedere soldi. I poliziotti si sono travestiti da mendicati e ieri hanno svolto un’attività di osservazione con lunghi appostamenti di fronte a chiese e supermercati. Una presenza che ha infastidito chi di solito ha campo libero per chiedere elemosina e ha visto i nuovi arrivati come dei competitor.

VERIFICA LA NOTIZIA

Alcuni di loro sono stati trovati senza documenti né titoli di soggiorno: controllati in modo più approfondito, alcuni erano già noti per violenza e resistenza a pubblico ufficiale.




Lascia un commento