Salvini: “Vogliono i nostri risparmi”

Condividi!

“L’economia italiana è sana – spiega Salvini – il sistema economico e creditizio è sano. E abbiamo uno dei risparmi privati più elevati al mondo. Lì vogliono arrivare. E io vi dò la mia parola d’onore che mai e poi mai metterò mano ai risparmi con una patrimoniale o con una tassazione di nessun genere”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“L’unica leva che hanno -dice – è la leva finanza. Su quello possono agire, sullo spread, sui mercati e quindi sul credito”.

“La battaglia è molto più grande di quello che si pensa. Il problema non è Juncker o Moscovici, ma quelle persone che faranno di tutto per costringere l’Italia a svendere le splendide aziende che lavorano nel nostro Paese. È una cosa che impediremo”. Per questo “dobbiamo essere compatti, perché uno squalo si avvicina se gli fai sentire l’odore del sangue”.

Per Salvini il mondo della finanza ha fatto “il tentativo con la piccola Grecia e ora vogliono provare fare il colpo grosso. Se ci sono riusciti con i greci, non ci riescono con il nostro Paese”.

Non crediamo l’Ue abbia queste intenzioni, per il semplice motivo che l’Italia non è la Grecia: se salta l’Italia salta la Ue. La Grecia poteva fare qualche ferito, l’Italia farebbe morti, e il primo cadavere sarebbe quello della Germania.




2 pensieri su “Salvini: “Vogliono i nostri risparmi””

  1. Non farai la pratrimoniale, ma intanto questo governo aumenta le sigarette, mette addirittura una tassa sulle bibite gasate e lascia intonsa l’imposta di bollo sui conti correnti e deposito.
    La manovra non abolisce la legge Fornero, ma permette una quota 100 con forte penalizzazione economica.
    Redditometro e spesomentro rimangono lì, di abbassare le accise sulla benzina non se ne sente più parlare.
    Quali sarebbero i presupposti della ripresa? Lasciarci in agonia aggiungendo pure qualche balzello aggiuntivo?
    Invece di prendere tempo con le finte polemiche tra Italia ed UE, finte perchè il limite del 3% non lo sforiamo, sarebbe stato più coraggioso sforarlo e dire:”che ci fate? Ci buttate fuori? Non vi conviene. E se ci sanzionate può darsi che cominceremo a violare pure qualche altra regola, magari creando una moneta complementare per l’economia interna”.
    Siamo il Paese con più risparmio in Europa e rimaniamo una delle prime potenze economiche al mondo.
    Perchè Salvini e Di Maio non si presentano in TV a far eun bel discorso onesto, pulito e franco su quali siano i poteri forti che ci mettono i bastoni tra le ruote e quali siano le possibili soluzioni?
    Perchè non chiedono pubblicamente agli italiani un atto di coraggio e consapevolezza?
    Invece preferiscono trattarci come pecore, come hanno sempre fatto chi li ha preceduti, illudendoci che faranno qualcosa di diverso dai governi precedenti.
    E dalla piega che stiamo prendendo nell’ultimo mese, comincio ad avere forti dubbi su quesot esecutivo.

  2. Scusate, ma aggiungo che con una maggioranza assoluta di fatto in parlamento ed un consenso popolare che fino a settimana scorsa superava il 60%, Salvini e Di Maio avrebbero il potere e anche il dovere di dimostrare più coraggio.

Lascia un commento