Morani ‘eroica’, in Parlamento col raffreddore

Condividi!

“Nonostante il raffreddore sono ancora in commissione a discutere gli emendamenti al disegno di legge su corruzione e prescrizione”. Alessia Morani, deputato Pd e prezzemolina social ha comunicato su Twitter la sua dedizione al lavoro nonostante il gravissimo malanno. Ricoperta di insulti.

“Da operaio vado al lavoro con 38gradi di febbre altrimenti mi licenziano prima che lei possa fare uno starnuto”, scrive un utente a cui fanno eco molti altri. “Sa quante persone sono al lavoro, in luoghi molto meno confortevoli delle aule di commissione, con stipendi nettamente inferiore al suo, pur con l’influenza e febbre?”, aggiunge qualcuno. E ancora: “Pensa che nell’ospedale dove lavoro i dipendenti dell’impresa di pulizia vengono a lavorare anche con la febbre altrimenti a fine contratto li lasciano a casa. E guadagnano 700/800 euro al mese”.

Anche Salvini la prende in giro:

C’è da dire che lei almeno, a differenza dei colleghi Fratoianni e Palazzotto, almeno, sfidando il raffreddore va in Parlamento. Loro due, invece, vivono in crociera. E voi pagate.




Lascia un commento