Aggredita da migrante senza biglietto – VIDEO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
E’ tempo di treni separati, ne va dell’incolumità della nostra gente

Spintonata con forza perché riprendeva con il telefono il solito immigrato senza biglietto.

È quanto accaduto a Camilla, residente a Milano, sul treno delle 18.34 partito dalla stazione di Magenta nel tardo pomeriggio di mercoledì e diretto a Rho.

«Prendo il treno da quando ho 15 anni e ho assistito a tante situazioni simili – racconta la ragazza -. Non sono razzista ma spesso si tratta di extracomunitari o rom che si mettono a questionare e rallentano il viaggio di tutte le persone oneste che pagano il biglietto. Così ho deciso di documentare quanto stava accadendo». Evitiamo il solito ‘non sono razzista’.

Ad un certo, l’immigrato, rendendosi conto di essere ripreso, si scaglia contro Camilla, strappandole il cellulare di mano e tentando di spingerla. Subito i controllori si frappongono e allontanano l’aggressore.

Uno di loro recupera il cellulare e lo riconsegna alla ragazza: «Mi sono seduta più avanti e poco dopo sono venuti a chiedermi come stavo – racconta ancora la donna -. Ero arrabbiata e ho deciso di sporgere denuncia alla Polfer, che nel frattempo era stata allertata dal personale viaggiante».

Arrivati alla stazione di Rho, però, dell’uomo non c’era più traccia. Probabilmente è sceso in una delle fermate intermedie. «Esasperata da questa situazione ho voluto filmarla e condividerla sui social, perché non c’è nessuno che faccia rispettare le regole. Anche i controllori sono allo sbaraglio, l’unica cosa che possono fare è invitare la persona in questione a scendere dal treno».

Addirittura, i soliti deficienti l’hanno accusata di razzismo. «Sapevo che pubblicando il video su Facebook sarebbe successo – ha ammesso lei – ma mi sono sentita in dovere di denunciare la situazione».

Non curarti di quattro poveri dementi che campano col razzismo.




Lascia un commento