Decreto Genova è legge: chi ha causato il disastro protesta

Condividi!

A tre mesi dal crollo del ponte Morandi, è legge il decreto su Genova e altre emergenze. Il testo è stato approvato dal Senato con 167 voti favorevoli, 49 contrari e 53 astensioni. Il provvedimento era passato alla Camera il primo novembre, dopo una seduta notturna. Sono 10 i senatori M5s che non hanno preso parte alla votazione: Vittoria Deledda Bogo, Alfonso Ciampolillo, Saverio De Bonis, Gregorio De Falco, Luigi Di Marzio, Elena Fattori, Michele Giarrusso, Cinzia Leone, Paola Nugnes e Mario Turco.

Polemiche delle opposizioni – responsabili del disastro per quanto riguarda il PD – dopo l’approvazione del decreto. In aula si è scatenato il caos quando il ministro dei Trasporti, il grillino Danilo Toninelli, ha esultato con il pugno chiuso. Secondo la presidente del Senato, Elisabetta Casellati, si è trattato di una reazione “non molto commendevole”. La stessa Casellati ha detto al termine del voto: “Avrei immaginato che oggi fosse davvero una giornata diversa, che ci fosse un’aula diversa perchè pesano su tutti i 43 morti, su tutte le coscienze”.




2 pensieri su “Decreto Genova è legge: chi ha causato il disastro protesta”

  1. La vostra ”coscienza”

    è la stessa che vedo nei supermercati al banco frigo ove esposte le cosce di pollo eviscerato e confezionato con cellophane e marchio ”AIA” o ”LA CASCINA DEL PODERE”

Lascia un commento