Arrestato per la terza volta profugo nigeriano: spacciava

Condividi!

Osesumhen Destiny Ibhawoh, richiedente asilo di 25 anni, arrestato grazie a delle segnalazione da parte dei vicini di casa.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il profugo era già stato arrestato per spaccio due volte nel 2017 (28 giugno e 20 luglio), ma nonostante questo, era ancora libero di spacciare: col permesso umanitario.

In casa sua, dopo un accurato controllo, sono stati rinvenuti nascosti dietro un climatizzatore: 1 ovulo contenente 11 grammi circa di eroina, 31 dosi di eroina del peso di grammi 0,2 cadauna pronte per la vendita, 2 dosi di eroina del peso di grammi 0,75 cadauna; 10 dosi di cocaina del peso di grammi 0,25 cadauna, 2 dosi di cocaina del peso di grammi 1,00 cadauna, 975 euro come presunto provento dell’attività di spaccio, documenti d’identità italiani non corrispondenti al passaporto nigeriano, svariati personal computer e smartphone presumibilmente ceduti dagli acquirenti in cambio di sostanze. Stupefacenti e diverso materiale per il confezionamento delle dosi.

Osesumhen Destiny Ibhawoh è stato arrestato in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente è condotto presso il carcere di Vicenza. Nei prossimi giorni verranno verbalizzate le dichiarazioni di oltre 15 probabili acquirenti, identificati duranti le operazioni di osservazione.

Il Pd ha infestato l’Italia di spacciatori della mafia nigeriana. Che entrano ed escono dalle carceri.




Lascia un commento