Milano, immigrato uccide uomo: gli spacca la testa a colpi di bici

Condividi!

Un tunisino è morto questa sera, poco dopo le 19, in piazza Sempione a Milano, aggredito da un altro immigrato, del Salvador. Il tunisino, di 41 anni è stato colpito più volte con una bicicletta al culmine di un violento litigio. Quando gli agenti e i soccorritori del 118 sono arrivati sul luogo dell’aggressione, hanno trovato il giovane già riverso a terra e privo di sensi con ferite alla testa, alla mandibola e alla trachea. L’uomo è morto sul posto in seguito a un arresto cardiaco.

La lite si è consumata all’altezza dell’Arco della Pace. Il salvadoregno, 22 anni, è stato fermato dalla polizia, che sta formalizzando le accuse, e trasportato in codice giallo al Fatebenefratelli per una ferita alla mano.

Milano è la città dell’accoglienza e dell’integrazione. Ormai sono talmente tanti, che iniziano ad uccidersi tra loro. Ha proprio ragione Sala, Milano non è Avellino, purtroppo.




Un pensiero su “Milano, immigrato uccide uomo: gli spacca la testa a colpi di bici”

Lascia un commento