PayPal ‘cancella’ Tommy Robinson

Condividi!

PayPal ha bloccato i pagamenti per l’attivista e dissidente inglese Tommy Robinson.

Tommy sta per iniziare un tour degli Usa in cui incontrerà migliaia di patrioti americani. Per la sua liberazione, quando venne messo in carcere dai censori britannici perché aveva rivelato l’identità etnica degli stupratori di bambine locali, intervenne anche l’amministrazione Trump.

Comunque la pensiate, l’attacco di Big Tech alla libertà di espressione è preoccupante. Ed è strabico, visto che account dei terroristi antifà continuano a pubblicare minacce sui social e potere utilizzare piattaforme come PayPal.

Nonostante l’attacco, negli ultimi giorni, a case di giornalisti di destra:

La stessa sorte di Tommy Robinson toccò ai ragazzi di Defend Europe, che si videro sequestrare da PayPal i soldi raccolti per la missione anti-Ong: ong che, invece, possono raccogliere donazioni dai loro fanatici sostenitori.

Ora che Trump è uscito trionfatore dalle elezioni di midterms e ha iniziato le ‘purghe’ delle anime belle dalla propria amministrazione, ci si attende un intervento.




Lascia un commento