Trionfo di Trump a elezioni Usa, ma donna velata eletta

Condividi!

Un trionfo quello di Donald Trump alle elezioni di medio termine americane. Non lo leggerete sui giornali italiani, perché sono totalmente venduti e inadatti a riportare la verità.

Trump è solo il quinto presidente americano a vincere il Senato – addirittura aumentando i seggi – nelle elezioni di metà mandato. Non c’era riuscito Osama, nonostante tutto l’appoggio mediatico.

La sinistra globalista americana aveva investito 1 miliardo di dollari su queste elezioni, una cifra mostruosa con la quale è riuscita a comprare i voti delle minoranze, non quelli degli americani. Questo le ha permesso di conquistare la Camera, che ha molti meno poteri del Senato.

Le elezioni di medio termine americane restituiscono un Paese spaccato tra la sua anima bianca e la montante marea colorata, tra le zone rurali e le megalopoli, tra i cristiani e tutti gli altri. Il Partito Repubblicano è sempre più il partito dei bianchi, il Partito Democratico è sempre più il partito delle frange, che possono stare insieme finché c’è da eleggere rappresentanti nei distratti, ma che poi non possono esprimere candidati comuni credibili a livello dello Stato (Senato) e del Presidente.

E’ la balcanizzazione della democrazia americana. Che ha visto eleggere un paio di donne islamiche in distretti ormai quasi a maggioranza musulmana, un governatore gay e una lesbica nativa americana.

Non il trans che si era candidato a governatore del Vermont.

La vittoria di Trump dimostra che il populismo è l’onda del futuro. Ma la perdita della Camera dimostra anche che la democrazia non può resistere alla frammentazione etnica della società.

L’euforia di Salvini:




Un pensiero su “Trionfo di Trump a elezioni Usa, ma donna velata eletta”

Lascia un commento