Epis, epica: inutile integrare immigrati, tornino a casa

Condividi!

“Inutile cercare di integrare chi presto tornerà nel suo Paese”.

VERIFICA LA NOTIZIA

A dirlo – in una meravigliosa nota – è il consigliere bresciano Federica Epis, prima firmataria della proposta di legge approvata oggi dal Consiglio regionale lombardo che ha come obiettivo quello di “dare la precedenza alle imprese e ai disoccupati lombardi per la cura del Verde pubblico e non utilizzare la manodopera temporanea dei presunti profughi”.

Bellissimo, ad iniziare dalla semantica utilizzata che, come sappiamo: è la prima resistenza al degrado che la sinistra ci vuole imporre.

“Ritengo che il settore florovivaistico del nostro territorio debba essere difeso e incentivato – dichiara Federica Epis – attraverso buone pratiche amministrative che investano sulle imprese e sulle professionalità locali, non su persone che sono arrivate qui illegalmente. Inutile – continua l’esponente del Carroccio – cercare di integrare con dei lavori, anche pericolosi, coloro che al contrario dovrebbero usare le proprie energie per collaborare con le istituzioni e dire la verità sulla propria condizione facilitando così le operazioni di ripristino della legalità e quindi di rimpatrio».

“Respingo fermamente le inutili polemiche di chi sostiene che “altrimenti presunti profughi starebbero tutto il giorno a bighellonare” – precisa il Consigliere leghista – semplicemente perché queste persone torneranno presto nei loro luoghi di origine, visto che per lo più, statistiche alla mano, non otterranno mai alcun permesso di rimanere nel nostro Paese. Il mercato del lavoro – conclude Epis – non dev’essere penalizzato dall’immigrazione clandestina”.

La Epis, ricordiamo, era finita al centro di un bizzarro attacco per le sue dichiarazioni sui clandestini. Aveva scritto su Facebook quello che tutti sanno, una ovvietà, ovvero che le cooperative lucrano sui clandestini (“Questo è l’elenco di tutte le cooperative fondazioni e altri operatori che con la faccetta misericordiosa di chi fa la beneficenza stanno invece lucrando sul traffico di clandestini».”).

Per questo era stata condannata con il pignoramento dello stipendio. Per avere detto la verità.

L’integrazione è solo un’altra forma di sostituzione etnica. Non ci interessa, non la vogliamo. Questa Epis è una Boschi col cervello.




Lascia un commento