Sindaco Casteldaccia: casa travolta era abusiva

Condividi!

Tragica nemesi: “La casa travolta dal fiume era abusiva e pendeva dal 2008 un ordine di demolizione del Comune che è stato impugnato dai proprietari dell’immobile davanti al Tar”. Così il sindaco di Casteldaccia (PA), Di Giacinto, sull’immobile travolto dalla piena del fiume, in cui sono morte nove persone.

“Da quanto ci risulta -aggiunge- il Tar
non ha ancora provveduto, per cui la
demolizione non è stata possibile”. Ora
la pratica sulla demolizione è seque-
strata dalla Procura di Termini Imerese
che indaga sulla morte delle 9 persone.

La piaga dell’abusivismo è un cancro che devasta l’Italia. Un Paese troppo cementificato perché già troppo popolato.

Rimane quindi il fatto che non è un problema la diminuzione di popolazione, anzi. E chi invoca nuovi abitanti in nome di demenziali teorie progressiste è solo un idiota.




Lascia un commento